Batman V Superman e Suicide Squad candidati a peggior film 2016: come dargli torto?

0
CONDIVIDI

“Te l’avevo detto io”: è la frase più bella da pronunciare. Avevo recensito molto negativamente questo film. E avevo RAGIONE. Batman v Superman è candidato ai Razzie Awards. QUI tutte le nomination. B v S in breve è stato uno scempio: Ben “Batman” Affleck indegno Batman che bisbiglia rabbioso per celare la sua identità anche con chi la sua identità già la conosce. Nomination a Peggior Attore: sempre arrabbiato, dal grilletto facile, triste, grasso e vecchio. C’è poi Jesse “Lex Luthor” Eisenberg finto genio folle messo lì alla stracazzo per tentare di creare un personaggio cult. Genio e sregolatezza? Cazzate e patetici tentativi di affascinare il pubblico. Nomina a Peggior attore non protagonista per lui. Henry “Superman” Cavillo di figaggine non pessimo: deve solo essere bello, altro non sa fare, e ha fatto la parte dell’uomo d’acciaio senza espressioni benissimo. La sua di nomination non è meritata. Si salva Gal “Wonder Woman” Gadot: Hollywood non punta sulle supereroine donne perché non vendono. Ma senza di lei questo film sarebbe stato uno scempio ancora peggiore. Non vedo l’ora che esca il film in solitario sulla fantastica WW. Le donne nei cine-fumetti meritano una rivalutazione. Ma non guardiamo a Suicide Squad con Margot “Harley Quinn” Robbie: altra scempiaggine dell’universo fumettistico/cinematografico targato Dc. No. Suicide Squad aveva una trama talmente poco profonda da far sembrare la chiazza di Coca Cola caduta per terra durante lo spettacolo (che ho lanciato per il disgusto verso questo film) il lago Victoria in Kenya. Dopo poco tempo il tizio ispanico che prende fuoco dichiara che la squadra è la sua “famiglia”: non credo abbia parlato con nessuno degli altri personaggi il suo Chato Santana/El Diablo, interpretato da Jay Hernandez. Harley Quinn (per la Robbie nomination a Peggior attrice non protagonista) e il Joker nei fumetti sono una coppia insana. Non perché sono folli. Non perché sono assassini irrecuperabili. Ma perché lui il 99% delle volte abusa fisicamente ma soprattutto mentalmente di lei. Un film può non essere fedele ad un fumetto al 100%. Come sarebbe stato rappresentare una donna che sta con un uomo che la maltratta mentre lei non se ne accorge ed è succube? Sarebbe stato coraggioso. Sarebbe stato assolutamente ardito mostrare Harley maltrattata che capisce piano piano la malvagità e la presa sadica del Joker su di lei. E invece no. No: hanno voluto creare una coppia di “cattivi ragazzi” un po’ folli, “diversi” per farli divenire icone da t-shirt e foto che l’intero universo di coppie banali convinte di essere alternative e anti-3 metri sopra il cielo può condividere su Facebook ammorbandoci. Complimenti Dc/Warner: avete provato a creare delle icone e dare nuovi caratteri “rivoluzionari” ai personaggi di cui parlare e avete vinto. Non sono icone ma per i prossimi 50 anni parleremo dello scempio creatosi nel tentativo di inventare gadget da vendere.

PS: a chiunque sia piaciuto chiedo scusa. “Scusa ma lo hai visto davvero?” perché oltre a me lo trovano orrido la commissione dei Razzie e il sito “aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes (in cui) il film ha un indice di gradimento del 27%”. Al 73% dei critici ha fatto cagare.

PPS: in questo breve trafiletto esprimo un’opinione personale non condivisibile per forza che rappresenta esclusivamente il mio punto di vista, non quello dell’intera redazione di Mister Movie.

Pubblicità